Cosa Vedere a Central Park

Il Parco di New York è senza dubbio uno dei più famosi in tutto il mondo e quindi in questo articolo vogliamo darvi tutti i nostri consigli su cosa vedere a Central Park? Vi sarà sicuramente capitato di vedere qualche scorcio del Parco nei film che hanno scelto questo luogo come ambientazione, ma finché non vi addentrerete tra i sentieri e i vialetti, non avrete idea delle bellezze del cuore verde di New York. Quindi mettetevi comodi e date un’occhiata ai 10 luoghi più belli di Central Park con tanti consigli, informazioni utili e suggerimenti su come visitare al meglio il Parco di New York.

BELVEDERE CASTLE

Belvedere Castle Central ParkIl Belvedere Castle, o Castello di Belvedere, è uno dei luoghi storici più suggestivi e panoramici di Central Park; le sue origini risalgono al 1869 quando il progettista Calvert Vaux decise di creare un castello in miniatura che si affacciasse verso nord sulla riserva idrica del Parco (trasformata oggi nel Great Lawn, il più grande prato di Central Park), e verso sud sulla Ramble (un’area del Parco che ospita una fitta rete di sentieri costeggiata da grandi alberi). Questa struttura che inizialmente non era altro che un’attrazione per i visitatori di Central Park, venne utilizzata a partire dal 1919 dal Servizio Meteorologico Nazionale che stabilì qui la sua sede ufficiale. Tutt’oggi la stazione è in servizio e raccoglie dati sia dal Belvedere Castle che da una zona recintata situata poco più a sud. Considerato uno dei punti più panoramici di Central Park questo luogo è l’ideale per tutti gli amanti del Birdwatching che qui possono trovare ottimi punti di osservazione per ammirare alcune delle specie che popolano il Parco.

ORARI E PREZZI:

Il Belvedere Castle è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 (festività escluse). La visita è gratuita. Per maggiori informazioni potete consultare la pagina del Belvedere Castle sul sito ufficiale di Central Park.

CONSERVATORY GARDEN

Conservatory Garden Central Park

Il Conservatory Garden è forse il luogo più tranquillo ed elegante di Central Park. Qui è possibile ammirare un giardino formale, ovvero sviluppato seguendo forme geometriche, suddiviso in 3 aree distinte, ognuna delle quali rappresentativa di uno stile: italiano, francese e inglese. Se entrerete dall’ingresso principale attraverserete il Vanderbilt Gate, un’imponente cancellata in ferro realizzata a Parigi verso la fine del 1800, e vi troverete davanti al curatissimo prato del Giardino Italiano; visitate il giardino e seguendo il sentiero fermatevi a vedere i medaglioni incisi nel pavimento che riportano i nomi dei primi 13 stati che componevano gli Stati Uniti d’America. Passate poi al Giardino Francese in cui verrete attratti dalla fontana centrale,  che raffigura 3 giovani ragazze intente a danzare intorno ad essa, e da qui il nome Three Dancing Maidens; attorno alla scultura, potrete ammirare splendide siepi e fiori di ogni tipologia e colore. Nella parte sud del Conservatory Garden si incontra il Giardino Inglese; qui tra sentieri fioriti si erge la Frances Hodgson Burnett Memorial Fountain, dedicata appunto alla scrittrice inglese autrice del libro per bambini “Il Giardino Segreto” al quale si ispirano le due giovani figure in bronzo della fontana.

Questi giardini, offrono la possibilità di rilassarsi e di passare qualche ora di tranquillità a contatto con la natura e sono un luogo imperdibile durante la vostra visita a Central Park.

ORARI E PREZZI:

Per conoscere gli orari di apertura del giardino vi raccomandiamo di visitare la pagina ufficiale del Conservatory Garden. L’ingresso è libero e gratuito.

SWEDISH COTTAGE THEATRE – SPETTACOLI CON MARIONETTE

Swedish Cottage Central Park

Central Park è un luogo ideale per visitatori di tutte le età e lo Swedish Cottage, che entusiasma i bambini con i suoi spettacoli di marionette, ne è la conferma; qui infatti grandi e piccini potranno assistere a divertenti spettacoli basati sulle classiche fiabe per bambini. Interessante è la struttura che ospita il teatro delle marionette; si tratta infatti di un cottage realizzato in Svezia nel 1875 e portato a Central Park due anni più tardi. Dopo aver assunto diverse funzioni, a partire dal 1939 lo Swedish Cottage di Central Park è diventato il luogo simbolo per gli spettacoli di marionette. Quindi se siete in viaggio con bambini, non perdetevi questo luogo storico e unico di Central Park!

ORARI E PREZZI:

Il prezzo del biglietto per assistere ad uno spettacolo di marionette varia da 8 a 15 dollari. Sulla pagina dedicata allo Swedish Cottage Marionette Theatre potete trovare la programmazione degli spettacoli con relativi orari e prezzi specifici.

LOEB BOATHOUSE – GIRO IN BARCA A CENTRAL PARK

Loeb Boathouse Central Park

Un giro in barca nel laghetto di Central Park può essere un’ulteriore esperienza da provare durante il vostro viaggio a New York. Siete stanchi dopo lunghe camminate in città? Volete un attimo di tranquillità lontano dal traffico della Grande Mela? Bene, presso il Loeb Boathouse potrete noleggiare una barchetta e rilassarvi in un atmosfera davvero caratteristica; una volta finito il giro avrete anche la possibilità di mangiare qualcosa sulla riva del lago nel ristorante del Loeb Boathouse. Un piccolo suggerimento: potete fare il giro in barca quando volete, ma essendo un’attrazione frequentata da molti turisti, vi consigliamo di arrivare al momento di apertura (di solito le 10.00 di mattina) in modo da godervi qualche momento di pace e tranquillità nelle acque di Central Park.

ORARI E PREZZI:

Il noleggio è possibile dalle 10.00 fino al tramonto (tempo permettendo); le barche possono trasportare fino a 4 persone e il prezzo è di 15 dollari all’ora. Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Loeb Boathouse.

LA STATUA DI BALTO

Balto Central Park

Girovagando tra i sentieri di Central Park noterete molti cani che passeggiano felici con i loro padroni, ma sarà uno in particolare a catturare la vostra attenzione; si tratta della statua in bronzo di Balto, un cane da slitta che è passato alla storia. Nel 1925 infatti, la cittadina di Nome in Alaska, fu colpita da una forte epidemia di difterite che si diffuse tanto da dover mettere in quarantena la cittadina stessa; l’antitossina necessaria per curare i malati si trovava a oltre 2000 chilometri di distanza e a causa delle proibitive condizioni meteo di quel gennaio nessun mezzo di trasporto era in grado di raggiungere la città. Fu così che venne organizzata una spedizione per raggiungere Nome con l’ausilio di cani da slitta che condussero il gruppo fino alla città e permisero di debellare la malattia. Balto insieme agli altri cani appartenenti alla sua muta, raggiunse per primo la città, motivo per cui ancora oggi viene ricordato come l’eroe della spedizione che prese il nome di “Corsa del siero”.
La statua in bronzo, realizzata nel dicembre dello stesso anno da Frederick G.R. Roth, si trova tra la 67th strada e East Drive.

STRAWBERRY FIELDS

Strawberry Fields Central Park

Situato sul lato ovest di Central Park, precisamente tra la 71th e la 74th strada, lo Strawberry Fields è un’area del Parco realizzata come tributo a Jonh Lennon, musicista e cantautore dei famosissimi Beatles. L’artista e sua moglie, Yoko Ono, vivevano presso gli appartamenti Dakota, a pochi passi da quest’area del Parco, dove nel dicembre del 1980 John Lennon venne ucciso a colpi di pistola; l’anno successivo, in ricordo dell’artista, venne istituito lo Strawberry Fields, il cui nome deriva da una canzone degli stessi Beatles, “Strawberry Fields Forever“. Qui ogni giorno è possibile vedere numerosi ammiratori provenienti da ogni parte del mondo che omaggiano il cantante lasciando fiori e intonando le sue canzoni più famose. Oltre alla stessa Yoko Ono ben 120 paesi hanno donato fondi per contribuire alla realizzazione e al mantenimento dell’area; un riconoscimento speciale va alla città di Napoli, i cui artisti hanno realizzato un mosaico in bianco e nero con al centro la scritta “Imagine”, titolo di uno dei successi maggiori dell’artista.

THE RAMBLE

The Ramble Central Park

The Ramble è il luogo migliore in assoluto per perdersi nella natura di Central Park. Se state scegliendo cosa vedere a Centra Park, prendete nota di questo luogo affascinante del Parco; vi sembrerà di essere in montagna e in alcuni momenti non sentirete nemmeno i suoni della metropoli. Infatti, sebbene la creazione di quest’area sia stata interamente pianificata su carta, oggi quest’area del Parco appare selvaggia e prospera agli occhi di ogni visitatore, il quale potrà addentrarsi in questo “bosco cittadino” seguendo i numerosi sentieri che gli permetteranno di rilassarsi ascoltando i suoni della natura. Grazie alla sua posizione strategica, lungo il percorso di migrazione degli uccelli, The Ramble permette a tutti gli amanti del birdwatching di scoprire oltre 200 specie di uccelli.

SHAKESPEARE GARDEN

Shakespeare Garden Central Park

Lo Shakespeare Garden di Central Park è un giardino a tema nel quale è possibile ritrovare specie di piante e fiori menzionati all’interno delle opere dello stesso autore; creato nel 1913 e rinominato Shakespeare Garden nel 1916, in occasione del trecentesimo anniversario della scomparsa dell’artista, il giardino custodisce al suo interno una pianta di gelso che si racconta sia nata da un innesto di un albero piantato nel 1602 dallo stesso Sheakespeare. Una visita al mattino presto darà un tocco di magia in più a questo angolo incantevole del Parco. Nelle vicinanze del Giardino si trova il Delacorte Theatre dove ogni anno si svolge anche lo Skeakespeare in the Park, che vede alcuni artisti di fama mondiale recitare le opere più importanti del drammaturgo inglese.

JAQUELINE KENNEDY ONASSIS RESERVOIR

Il Reservoir venne realizzato nel 1860 come bacino idrico per la città di New York e venne poi rinominato Jaqueline Kennedy Onassis Reservoir in onore della first lady, che come tanti altri neworkesi amava fare jogging lungo il sentiero che costeggia il più grande lago di Central Park. Inizialmente circondato da un’alta recinzione che ne limitava la vista oggi, grazie all’intervento del Central Park Conservancy completato nel 2003 è possibile passeggiare intorno al Reservoir godendo di una splendida vista del lago e del panorama circostante.

GREAT LAWN E SHEEP MEADOW

Great Lawn Central Park

Il Great Lawn e lo Sheep Meadow sono due immense aree verdi di Central Park, perfette per passare momenti di assoluto relax, fare pic nic con amici e familiari e prendere il sole. Questi grandi prati però un tempo avevano specifiche funzioni. Il Great Lawn era un bacino d’acqua necessario a soddisfare il fabbisogno idrico della città di New York; fu costruito nel 1842 e rimase in funzione fino al 1931, quando venne svuotato in quanto non più necessario. Il Great Lawn è aperto al pubblico da metà aprile fino a metà novembre.
La funzione iniziale dello Sheep Meadow era invece quella di prato per il pascolo delle pecore; la spesa sostenuta dalla città di New York per creare quest’area verde è stata davvero notevole a causa del grande impegno necessario per trasformare in pascolo un area rocciosa e paludosa. Oggi questo grande prato è una delle zone più “vive” di Central Park, dove migliaia di newyorkesi trascorrono il tempo libero; lo Sheep Meadow apre tutti i giorni alle ore 11.00 mentre rimane chiuso per tutto il periodo invernale.

Se vi stavate chiedendo cosa vedere a Central Park, con questo articolo avete 10 idee da cui partire per esplorare il Parco. Come vi abbiamo già suggerito, le prime ore della mattina sono il momento perfetto per una passeggiata nel Parco e vi permetteranno di apprezzarlo al meglio!

Se ti è piaciuto l’articolo o se hai qualche domanda lascia un commento qui sotto, e se ti va condividi l’articolo!

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? VOTALO!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Vota per primo!)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Ogni mese una email con le destinazioni più interessanti, i migliori consigli di viaggio e curiosità dal mondo.

Potrebbero interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *