Marocco: visto turistico e lavorativo

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it
bandiera marocco

Condividi l'articolo:

Visto turistico

Ai cittadini italiani che vogliono visitare il Marocco come turisti non è richiesto alcun tipo di visto; sarà necessario disporre solamente dei seguenti requisiti:

  • Passaporto con validità residua sufficiente per tutta la durata del soggiorno.
  • Biglietto di andata e ritorno.

La permanenza massima è di 90 giorni. In alcuni casi è possibile prolungare il visto rivolgendosi ad una stazione di polizia locale, solitamente entro 15 giorni dalla data di arrivo; sarà a discrezione delle autorità locali accettare o meno la richiesta.

Visto lavorativo

I cittadini italiani che soggiornano in Marocco per motivi lavorativi o di studio non necessitano di visto. Qualora il periodo di permanenza superasse i 90 giorni è necessario rivolgersi alle autorità locali per una richiesta di prolungamento. E’ sempre consigliabile, prima della partenza, contattare l’ambasciata o il consolato più vicino per avere maggiori informazioni sui possibili documenti necessari.

Ti è piaciuto l'articolo?

Ricevi una notifica quando pubblichiamo nuovi contenuti interessanti.

Assicurazione viaggio Columbus da € 9,00

Attivabile anche last minute

Vai

Pronto per ripartire?

Scegli una valigia da viaggio tra le migliori del 2020 e praparati per la tua prossima vacanza!

Leggi l'articolo

Potrebbero interessarti:

newsletter-form_character

Iscriviti alla newsletter

Diventa parte del gruppo e ricevi novità, consigli, idee e ispirazioni per viaggiare!

Niente spam | In media una email al mese.

2 commenti
    • Luca & Bea - ViaggiareVerde dice:

      Buonasera Saverio,
      per realizzare gli articoli in merito ai visti turistici ci affidiamo esclusivamente ai siti governativi oppure, quando le informazioni non sono reperibili, contattatiamo direttamente il consolato. In questo caso probabilmente è stato commesso un errore nel riportare tali informazioni. Abbiamo già provveduto ad aggiornare l’articolo con le tempistiche corrette.
      La ringraziamo per la segnalazione.

      Saluti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *