Parco Nazionale Cahuita – Costa Rica

Parco Nazionale Cahuita - Costa Rica

Situato sulla costa meridionale caraibica della Costa Rica, il Parco Nazionale Cahuita è uno dei parchi più belli ed importanti del Paese. Nonostante le sue dimensioni ridotte quest’area protegge una delle barriere coralline più sviluppate della Costa Rica, alla quale si aggiungono spiagge di sabbia bianca, una vegetazione ricca e rigogliosa e un mare color turchese, che insieme creano un paesaggio davvero straordinario. Si tratta inoltre del primo caso di gestione congiunta tra comunità locale e Governo all’interno delle aree protette della Costa Rica, quindi, se siete in viaggio lungo la costa dei Caraibi di Costa Rica, una visita al Parque Nacional Cahuita è davvero d’obbligo e con un po di fortuna entrerete in contatto con la fauna tipica locale, come i pigrissimi bradipi o le inarrestabili scimmie urlatrici, che veglieranno su di voi tenendovi compagnia durante la vostra esplorazione.
Noi, Luca e Bea, abbiamo avuto il piacere di visitare questo splendido Parco, e in questo articolo vogliamo guidarvi alla sua scoperta. In bocca al lupo per la vostra avventura!

COSA VEDERE NEL PARCO DI CAHUITA

Parque Nacional Cahuita - Costa RicaL’area protetta si sviluppa su 11 km2 di superficie terrestre e 233 km2 di ambiente marino. La parte visitabile del Parco consiste in un sentiero litoraneo di circa 8 km, percorribile esclusivamente a piedi, che collega i due punti di accesso; il primo è la stazione dei guardaparchi di Kelly Creek, adiacente al centro abitato di Cahuita, mentre il secondo si trova a 3,5 km verso Sud ed è la stazione dei guardaparchi di Puerto Vargas.
Entrando da Nord si incontra subito Playa Blanca che si estende per un 1,5 km lungo i quali è possibile rilassarsi e fare il bagno, facendo attenzione alle vorticose correnti marine; successivamente si incontrano il Río Suarez che va “guadato” (e in alcuni periodi dell’anno, a causa delle abbondanti piogge, diventa profondo e impegnativo da attraversare) e poco dopo il Río Perezoso, ovvero “fiume dei bradipi” sulle cui rive si possono infatti scorgere pigri bradipi appesi agli alberi.
Superato il corso d’acqua si giunge all’estremità di Punta Cahuita che si affaccia sulla affascinante barriera corallina del Parco. Composto da numerose specie di corallo, questo ecosistema garantisce a molti animali un rifugio e una fondamentale fonte di nutrimento.
L’ultimo tratto del percorso attraversa il litorale di Playa Vargas in cui la florida e selvaggia vegetazione permette ai visitatori di vivere la vera essenza dei Caraibi. Da qui si giunge alla stazione dei guardaparchi di Puerto Vargas, il punto di uscita del Parco.

CONSIGLI E INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA

Noi abbiamo visitato il Parco Nazionale Cahuita a febbraio 2016 e ci sentiamo di darvi qualche consiglio e informazione utile in più.

  • La barriera corallina del Parco è tutelata da leggi nazionali volte a preservarla; ogni viaggiatore che desiderasse visitarla deve essere necessariamente accompagnato da una guida locale. Chiedete maggiori informazioni all’ingresso di Kelly Creek.
  • Il percorso all’interno del Parco è piuttosto lungo, 8 km dall’ingresso di Kelly Creek a quello di Puerto Vargas. Noi, durante la nostra visita, abbiamo deciso di percorrerlo tutto (in infradito!) e ci siamo gustati tutti i meravigliosi paesaggi che fanno del Caribe di Costa Rica uno dei luoghi più belli del mondo; se invece preferite una visita più tranquilla, vi consigliamo di entrare da Kelly Creek, fermarvi tra Río Suarez e Río Perezoso, e ritornare indietro lungo la stessa strada.
  • Se avete in programma di visitare la Costa Rica, date un’occhiata anche al nostro articolo Costa Rica Informazioni Utili, che racchiude tutto quello che dovete sapere prima e durante il vostro viaggio.

FLORA E FAUNA DEL PARCO

Bradipo - Parco Nazionale CahuitaNel Parco Nazionale Cahuita coesistono diversi ecosistemi; tra questi assume notevole importanza la barriera corallina, presente intorno a Punta Cahuita, che con i suoi 6 km2 è la più sviluppata della costa caribeña costaricense. Tra i coralli di questo reef troviamo l’ Acropora palmata, il corallo cervello, il corallo stella e il corallo lattuga che rappresenta la specie dominante. In totale sono stati identificati più di 60 diversi tipi di corallo attorno ai quali si registrano 44 specie di crostacei, 140 di molluschi e 123 di pesci tra cui la remora, la manta gigante, il barracuda, alcuni tipi di squalo, la murena e numerosi pesci colorati dalle svariate forme e colori. Fondamentale per lo sviluppo e il mantenimento della fauna marina è l’habitat della laguna corallina, composto di piante marine di fondamentale importanza che rappresentano la fonte di alimento, rifugio e luogo di riproduzione per molti invertebrati marini, pesci e tartarughe quali la baula, la verde e la caretta caretta.
In relazione alla fauna di quest’area è possibile incontrare circa 80 specie di mammiferi tra i quali si distinguono più di 40 specie di pipistrelli. Oltre a questi, gli abitanti più famosi del Parco sono la scimmia dal mantello, il cebo cappuccino, i bradipi didattili e tridattili, il pizote, un mammifero molto simile a un procione, e numerose farfalle di svariati colori che vi accompagneranno nella vostra passeggiata.

COME ARRIVARE AL PARCO DI CAHUITA

Il Parco Nazione Cahuita è adiacente alla tranquilla cittadina di Cahuita, che può essere raggiunta in auto o con il comodo (ed economico) autobus che collega le cittadine principali della costa caraibica. Con lo stesso autobus potete raggiungere anche l’ingresso di Puerto Vargas.  Se avete dubbi, chiedete al conducente di indicarvi a quale fermata (parada) scendere; noi, che abbiamo raggiunto il Parco da Puerto Viejo de Talamanca, siamo scesi al Terminal Cahuita, che si trova a 5 minuti a piedi dall’entrata Kelly Creek.
Costo d’ingresso: se entrate dalla stazione dei guardaparchi di Kelly Creek, l’ingresso è libero ma sarete invitati a fare una piccola donazione che verrà destinata al mantenimento e miglioramento del Parco; se invece decidete di entrare da Puerto Vargas, il costo per gli stranieri è di 5 dollari.

Se ti è piaciuto l’articolo e hai trovato informazioni utili, condividilo anche con i tuoi amici, e se hai bisogno di qualche consiglio scrivi un commento qui sotto e ti risponderemo al più presto.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? VOTALO!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Ogni mese una email con le destinazioni più interessanti, i migliori consigli di viaggio e curiosità dal mondo.

Potrebbero interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *