Polinesia Francese, un viaggio da sogno

Pensando alla Polinesia francese vengono subito in mente acque cristalline, tramonti dalle sfumature ambrate, atolli incontaminati e una natura in grado di esprimersi nelle sue migliori forme e colori. Vedrete questo e molto altro in un viaggio (magari di nozze) nel paradiso terrestre polinesiano.

ISOLE DELLA POLINESIA FRANCESE

Ma prima di addentrarci nell’argomento, facciamo un po’ di chiarezza sulle isole della Polinesia Francese; se pensate alle solite tre o quattro isole che vengono facilmente in mente a tutti, allora vi state sbagliando di grosso. Le isole sono ben 118, per un totale di quasi 4200 chilometri quadrati di superficie, sparse in un area di 2,5 milioni di chilometri quadrati di mare, e sono suddivise in cinque arcipelaghi, situati nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico:

  • Isole della Società.
  • Isole Australi.
  • Isole Tuamotu.
  • Isole Gambier.
  • Isole Marchesi.

Le isole più conosciute dai viaggiatori di tutto il mondo sono le Isole della Società, divise in Isole del Vento, tra cui Thaiti, Moorea, Tetiaroa, e Isole Sottovento di cui fanno parte le famose Bora Bora, Raiatea, Huahine, Taha’a e Maupiti.

POLINESIA FRANCESE: DOVE SI TROVA?

Se non avete già avuto il piacere di visitarla, forse non vi sarà così facile puntare il dito sul mappamondo e dire immediatamente dove si trova la Polinesia Francese. Quindi, giusto per contestualizzare il tutto, chiariamo subito dov’è. Prendiamo come punto di riferimento la costa nord-ovest dell’Australia. Da qui, spostandosi verso destra si incrocia l’arcipelago della Polinesia dopo oltre 6000 chilometri. Se invece prendiamo come punto di partenza Lima, sulla costa del Perù, bisogna proseguire verso ovest, quindi verso sinistra, e si incontra la Polinesia dopo quasi 8000 chilometri. Ora che abbiamo fatto luce su dove di trova la Polinesia Francese, cerchiamo di capire meglio cosa hanno da offrire le isole principali che la compongono.

DOVE ANDARE?

Se vi state chiedendo come scegliere l’isola della Polinesia Francese dove andare a trascorrere la propria vacanza, allora sappiate che ce n’è davvero per tutti i gusti; qui vi presentiamo 8 isole principali che hanno in comune un ambiente paradisiaco ma che offrono tipologie di vacanza leggermente diverse l’una dall’altra. Dalla famosissima Thaiti, che offre centinaia di attività culturali e ricreative di ogni tipo, alla più tranquilla Maupiti, in cui conoscere e ammirare la vera comunità locale.

THAITI & PAPEETE

Tahiti Papeete Polinesia Francese

L’Isola di Tahiti è il cuore pulsante della Polinesia Francese e punto di partenza per la vostra visita in queste terre paradisiache. Infatti è su quest’isola che si trova la capitale Papeete dove il Faa’a International Airport rappresenta il punto di snodo per i trasferimenti tra le isole. A differenza delle altre isole, in cui prevale un turismo legato al puro e semplice relax, Tahiti offre ai viaggiatori un mix ideale tra attività culturali, sportive e intrattenimenti di ogni genere; imperdibile è la visita al mercato di Papeete, dove acquistare souvenir di artigianato e ottimi prodotti locali, così come partecipare alla festa Heiva i Tahiti (nel mese di luglio) in cui ammirare esperti ballerini che danzano sulle tradizionali musiche polinesiane. Visitare la Polinesia significa passare almeno una notte in uno dei numerosi bungalow sull’acqua, dove il rilassante rumore delle onde, i tramonti mozzafiato e i pesci di ogni forma e colore renderanno la vostra vacanza un vero sogno ad occhi aperti.

MOOREA

Moorea Polinesia Francese

A circa 20 chilometri da Tahiti si trova l’isola di Moorea, altra perla dell’arcipelago polinesiano. Raggiungibile in aereo dalla capitale, in circa 15 minuti di volo da Papeete, oppure in traghetto in 1 ora di navigazione, quest’isola rappresenta un vero e proprio giardino tropicale, con numerose piantagioni di ananas e una rigogliosa vegetazione. Moorea risulta essere la destinazione perfetta tanto per escursioni in montagna, attraverso le 8 cime dell’isola raggiungibili a piedi, a cavallo o in fuoristrada, quanto per immersioni e snorkeling in mezzo ad una barriera corallina in cui ammirare pesci e piante dai variopinti colori.

TETIAROA

Tetiaroa Polinesia Francese

Soggiornare a Tetiaroa significa entrare in contatto con un vero santuario naturale. Composta da 13 isolotti (motu), l’isola è culla di circa 40 piante autoctone, centinaia di pesci tropicali liberi di nuotare in un reef di oltre 7 chilometri e tartarughe che scelgono proprio queste spiagge per deporre le proprie uova. L’isola, acquistata negli anni ’60 da Marlon Brando, è oggi sede di un lussuosissimo resort eco-sostenibile, The Brando, capace di preservare la verginità di questo incredibile luogo senza rinunciare ad alcun comfort; il complesso, realizzato a pochi passi dalla spiaggia (non su palafitte per non disturbare la vita animale), ospita una stazione di ricerca impegnata a tutelare l’ambiente e le varie specie animali dell’isola.

BORA BORA

L’isola di Bora Bora, dominata dal monte Otemanu, un vulcano spento di oltre 700 metri, è il luogo che richiama numerosi turisti attratti dalle bellezze naturali e desiderosi di vivere una vacanza in pieno relax e con ogni comodità. L’isola è la maggiore del gruppo delle isole Sottovento e in quanto tale offre un’ampia gamma di attività per i visitatori. La più suggestiva è sicuramente lo shark feeding che consiste nell’osservazione ravvicinata degli squali, mentre le guide esperte distribuiscono il pasto a questi incredibili predatori.

RAIATEA

Marae Taputapuatea Raiatea Polinesia Francese

L’isola di Raiatea è simbolo inconfondibile della cultura polinesiana; è questo il luogo in cui si insediarono i primi abitanti dell’arcipelago, e dove sorse il Marae Taputapuatea, luogo sacro in cui venivano celebrate cerimonie religiose e sociali. Ancora oggi la comunità hawaiana, neozelandese e delle Isole Cook si reca in questo luogo in pellegrinaggio in quanto considerato la culla della loro cultura. Raiatea è meta prediletta anche dei velisti, che grazie alle eccellenti condizioni di navigazione possono ammirare le bellezze di tutta la laguna.

HUAHINE

Huaine Polinesia Francese

Huahine è composta da due isole: Huahine Nui, che ospita la cittadina di Fare, sede dell’aeroporto nonché centro principale dell’isola, e Huahine Iti, isola poco sviluppata ideale per coloro che intendono trascorrere una vacanza a stretto contatto con la vera natura selvaggia. Vicino al villaggio di Fare si trova la cittadina di Maeva nelle cui vicinanze è possibile visitare diverse marae, siti archeologici e il Fare Pōte’e eco-museum, nel quale ammirare i migliori reperti archeologici dell’isola.

TAHA’A

Taha'a Polinesia Francese

Visitare l’isola di Taha’a è sicuramente un’esperienza che vi regalerà un dolce ricordo della Polinesia Francese. Infatti proprio qui viene prodotta la famosa vaniglia di Tahiti che rende questo luogo un enorme giardino aperto a tutti; troverete agricoltori locali pronti a raccontarvi la storia di questo ottimo prodotto locale e disposti a farvi apprezzare le varie fasi di produzione. A completare l’arcobaleno di colori e profumi dell’isola ci pensano le orchidee, che crescono abbondanti e variopinte in tutta l’isola di Taha’a.

MAUPITI

Maupiti Polinesia Francese

Al di fuori delle rotte più battute della Polinesia Francese, la piccola isola di Maupiti, grande sono 11 chilometri quadrati, sarà in grado di farvi assaporare la vera essenza della Polinesia, stando a contatto con gli abitanti locali. Quest’isola, raggiungibile sia in aereo che in nave, ha privilegiato le piccole strutture turistiche gestite dalla comunità locale, piuttosto che le grandi catene di alberghi che si susseguono sulle isole principali. Questo fa si che gli ospiti dell’isola possano assaporare la vera cultura polinesiana da un punto di osservazione ravvicinato e privilegiato.

POLINESIA FRANCESE: QUANDO ANDARE

Ti starai allora chiedendo quando andare in questo paradiso terrestre che è la Polinesia Francese. Bene, la bellezza delle isole della Polinesia Francese, e in particolare delle Isole della Società, è apprezzabile durante tutto l’anno. Le temperature oscillano sempre tra i 28 e i 30 gradi diurni e la temperatura del mare non osa scendere sotto i 27 gradi. L’unica variabile nel corso dell’anno è rappresentata dalle piogge più frequenti tra gennaio e marzo. Il periodo migliore per visitare la Polinesia Francese è quindi quello che va da giugno a settembre.

COME ARRIVARE  IN POLINESIA FRANCESE

Arrivare in Polinesia Francese dall’Italia è indubbiamente lungo e costoso, ma ovviamente ne vale la pena. Dall’Italia non partono voli diretti verso la Polinesia ma in genere è necessario fare almeno un paio di scali, come Parigi e Los Angeles nella rotta più classica.

Il tratto dall’Italia (Milano/Roma) fino a Parigi solitamente è operato da AirFrance o Alitalia, i cui orari combaciano bene con quelli della compagnia Air Tahiti Nui, che si occupa del collegamento tra Parigi e Papeete, passando per Los Angeles. In alternativa potete cercare di ridurre gli scali acquistando un biglietto diretto per Los Angeles oppure Tokyo o Auckland, da cui poi raggiungerete Papeete.

Quante ore di volo dall’Italia?

Come anticipato prima si tratta di un viaggio davvero lungo; sono da mettere in conto almeno 26/27 ore di viaggio comprensive di scalo, ma anche di più se cercate soluzioni leggermente più economiche.

E se Papetee non è la vostra destinazione finale? Se non lo è, dovete aggiungere anche un volo interno, operato dalla compagnia Air Tahiti, per raggiungere l’isola dove soggiornerete. La compagnia offre collegamenti con quasi 50 isole dell’arcipelago.

VOLI LOW COST POLINESIA FRANCESE

Cercando su Google “voli polinesia”, uno dei primi suggerimenti del motore di ricerca è quello di aggiungere “low cost” e allora parliamo anche di questo; esistono voli low cost per la Polinesia Francese?

La risposta, come spesso accade, è dipende! Sì perché dipende dalle vostre tasche; se avete a disposizione un budget per il volo di almeno 4 cifre, allora qualcosa che si possa considerare low cost in questo contesto lo si trova, ma se pensate anche vagamente di scendere sotto quota mille, allora no, nessuno può aiutarvi (e se mai per caso, per qualche grandissimo errore, trovate un volo sotto quella cifra, non esitate a chiamarci che veniamo volentieri con voi!).

I modi per risparmiare sul volo dall’Italia alla Polinesia Francese sono sostanzialmente tre:

  1. Acquistare un biglietto low cost per Parigi: se trovate una buona offerta a basso prezzo per raggiungere la capitale francese in orario per il successivo volo, allora potete risparmiare qualcosa. Occhio però a controllare che il volo parta effettivamente (visto cosa succede di recente) e tenetevi pronti ad acquistarne un altro, in caso di annullamento.
  2. Acquistare un biglietto low cost per Los Angeles: altra soluzione è quella di prenotare un biglietto low cost o in offerta speciale per Los Angeles (oppure per le altre destinazioni servite poi da Air Tahiti Nui) e da qui prendere il volo diretto per Papetee. Sinceramente questa soluzione può essere un po’ rischiosa, perché in caso di annullamento del primo volo rischiereste di farvi sfuggire anche il secondo.
  3. Acquistare un pass Air Tahiti: ultimo consiglio per risparmiare è quello di acquistare un pass della compagnia Air Tahiti che vi permette di muovervi su alcune delle principali isole dell’arcipelago a prezzi scontati. Quindi, a meno che non vi fermiate sull’isola di Tahiti, questa è la soluzione più semplice per visitare diverse isole. I pass partono da circa 300 euro per visitare Moorea, Huaine e Raiatea.

Vi ricordiamo che i cittadini italiani e in generale dell’Unione Europea non hanno bisogno di un visto turistico per soggiorni fino a 90 giorni

Con queste informazioni sei pronto per vivere al meglio il tuo viaggio in Polinesia Francese. Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici! E se hai bisogno di maggiori informazioni o se vuoi dirci cosa ne pensi lascia un commento qui sotto.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? VOTALO!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (6 voti, media: 4,50 su 5)

Bea & Luca

AUTORI

Siamo Bea e Luca, una giovane coppia appassionata da sempre di viaggi.
Amiamo scoprire destinazioni nuove e alternative, cerchiamo di vivere ogni esperienza di viaggio immergendoci il più possibile nella cultura e nelle tradizioni del luogo che visitiamo e prediligiamo i viaggi a contatto con la natura.

Scopri di più su di noi

Potrebbero interessarti:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ogni mese nuove idee di viaggio,
informazioni utili e consigli per viaggiare!

Accetto la Privacy Policy

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *