Salvador de Bahia

Le origini di Salvador de Bahia risalgono al 1549, anno in cui il governatore portoghese Thomé de Sousa diede inizio alla costruzione della città; questa fu la prima capitale delle colonie portoghesi in Brasile fino al 1763, quando Rio de Janeiro venne scelta come capitale amministrativa del Paese. Nonostante il suo passato travagliato, segnato dalla schiavitù e dal dominio del coloni portoghesi, oggi la città di Salvador de Bahia è la terza più popolosa del Brasile ed è considerata “culla” della cultura afro-brasiliana. E’ proprio questa cultura che anima le strade della città, con giovani danzanti e cantanti locali che sapranno stupire il visitatore e renderlo parte di questa realtà unica.

COSA VEDERE A SALVADOR DE BAHIA

Pelourinho Salvador de Bahia - Brasile

Pelourinho – Salvador de Bahia

E’ possibile dividere la città di Salvador de Bahia in due parti. La “Cidade Alta” ovvero la zone residenziale in cima alla scogliera, e la “Cidade Baixa“, l’area litoranea, bagnata dalle acque della Baía de Todos os Santos, che rappresenta il centro portuale e commerciale della città. Il confine tra le due aree è un ampio dirupo di 60 metri che è possibile superare con l’imponente, e piuttosto invasivo Elevador Lacerda.

  • CITTÀ ALTA

    La città alta racchiude in sé il centro storico di Pelourinho, uno dei luoghi maggiormente visitati, caratterizzato da un’atmosfera pittoresca, adornato da tante case colorate e da piccole chiese che vi permetteranno di tuffarvi nel passato coloniale portoghese ed apprendere la vera essenza del luogo. Il Pelouricho è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO nel 1985, in quanto testimonianza della potenza e degli splendori dell’Impero portoghese nel Nuovo Mondo.

  • CITTÀ BASSA

    La città bassa rappresenta la zona finanziaria e commerciale di Salvador de Bahia; qui, a pochi passi da enormi grattacieli, sarà possibile visitare il Mercado Modelo dove, tra le numerose botteghe di artigianato locale, sarà possibile acquistare qualche souvenir caratteristico. Sul lungomare di Salvador, si trova anche il Solar do Unhão, anticamente residenza di un commerciante oggi è uno dei musei di arte moderne più importanti di tutto il Brasile.

Per tutti coloro che intendessero passare una giornata all’insegna del relax, la città di Salvador de Bahia offre numerose spiagge; tra quelle di maggiore interesse vi sono Piata, Flamengo, Ondina, Farol da Barra, Rio Vermelho, Amaralina e Itapoa. In alcune di queste spiagge potrete vedere, le  jangadas, tipiche imbarcazioni a vela realizzate con tronchi di legno dai pescatori locali.

QUANDO ANDARE

Il clima di Salvador de Bahia è di tipo tropicale, con frequenti e brevi precipitazioni in particolare tra aprile e agosto. La temperature giornaliere oscillano in media tra i 20 e 30°. Il periodo più caldo per visitare Salvador de Bahia è tra dicembre e febbraio mentre nella stagione invernale, tra giugno e settembre, le temperature si abbassano di qualche grado. Un periodo particolarmente carico di turisti è sicuramente quello del Carnevale di Salvador de Bahia. La data del carnevale cambia ogni anno; il prossimo è previsto a partire dal 9 febbraio 2018.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici! Se hai bisogno di maggiori informazioni, o vuoi farci sapere cosa ne pensi, lascia un commento qui sotto!

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? VOTALO!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 4,00 su 5)
bea-luca-autori-viaggiareverde

Bea & Luca

AUTORI

Siamo Bea e Luca, una giovane coppia appassionata da sempre di viaggi.
Amiamo scoprire destinazioni nuove e alternative, cerchiamo di vivere ogni esperienza di viaggio immergendoci il più possibile nella cultura e nelle tradizioni del luogo che visitiamo e prediligiamo i viaggi a contatto con la natura.

Scopri di più su di noi

Potrebbero interessarti:

francobollo-newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ogni mese nuove idee di viaggio,
informazioni utili e consigli per viaggiare!

Accetto la Privacy Policy

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *